Torna su

Chiesa di San Pancranzio e Belvedere

Conca de Marini - Chiesa di San Pancranzio e Belvedere
Conca de Marini - Chiesa di San Pancranzio e Belvedere

Passeggiare a Conca dei Marini è come aggirarsi in una poesia.

Il belvedere della Chiesa di S. Pancrazio Chiesa

offre uno dei panorami più incredibili della Costiera Amalfitana. Uno dei poeti più importanti del XX secolo, Alfonso Gatto, ha scritto versi meravigliosi ispirato da questo squarcio sulla costa. Il tempo perde improvvisamente importanza. La bellezza e l'armonia sono gli unici elementi rilevanti in questo paesaggio in cui la mano dell'uomo e la potenza della natura sono fuse insieme.

La Chiesa di San Pancrazio è nella parte più alta di Conca dei Marini. La splendida facciata della chiesa è incorniciata da ulivi, che richiamano immediatamente il loro valore religioso.

Come in una processione sacra agli ulivi conducono il visitatore sul sagrato dove maestosi alberi di palma si aprono come un sipario sulle tre porte d'ingresso. Queste sono decorate con mosaici di scuola ravennate raffiguranti San Pancrazio sulla porta a destra, S. Antonio da Padova a sinistra, e la Madonna del Carmine nella porta centrale. La chiesa ha una struttura a tre navate con tre absidi. Le navate laterali sono sovrastate da volte a croce, ciascuna con tre cappelle.

Sulla destra le cappelle sono dedicate a San Giacomo, alla Madonna della neve e Sant'Anna, mentre le cappelle di sinistra sono per il Sacro Cuore di Gesù, Cristo crocifisso e San Raffaele.

La chiesa è dedicata anche alla Madonna del Carmelo, celebrata con una processione il 16 luglio. Uno degli elementi più peculiari all'interno della chiesa è la grande collezione di ex-voto di ringraziamento a Don Gaetano Amodio per i suoi numerosi miracoli che hanno salvato le vite di molti pescatori locali.

La chiesa, molto probabilmente risale al XIV secolo da quello che si evince dai documenti sulla famiglia Mele, che possedeva il sito religioso.

Nel 1908 grave un crollo danneggiò principalmente la facciata e il campanile, che sono stati prontamente ricostruita per ripristinare lo splendore originario della Chiesa. Non può mancare un ultimo sguardo dal belvedere a forma di barca, localmente chiamato Vreca, per apprezzare l'atmosfera trascendentale di questo luogo.